Le 3 aziende di Treviso con il fatturato più alto ti svelano un segreto importantissimo

Analizza subito chi sono le 3 aziende di Treviso con il fatturato più alto e soprattutto quali strategie puoi “rubare” loro per portare anche la tua a far parte di quel gruppo elitario entro qualche anno.

aziende treviso fatturato più altoTreviso: città difficile su cui lavorare, dalle grande potenzialità ma anche dai grandi costi, se paragonata anche solo a cittadine attigue, come potrebbe essere Padova.

Fare impresa in questa zona è sempre stato un lustro: Treviso infatti è famosa proprio per questo, per essere diventata una cittadina mediamente benestante grazie alla forza di volontà dei suoi imprenditori che hanno trainato l’imprenditoria dal Paese.

Se questo, da un lato, è motivo di grande orgoglio, dall’altra parte può essere anche un freno, perché vuol dire:

    1. Che sicuramente c’è più concorrenza in praticamente qualsiasi settore, rispetto alle città attigue: essendoci più imprenditori vuol dire che ci sono più attività, e questo vuol dire più concorrenza per il tuo business.
    2. Che la concorrenza è più agguerrita: essendoci più imprenditori che lavorano negli stessi settori, questi vorranno prevalere sugli altri (e quindi anche su di te) per non veder la propria azienda soccombere;
    3. Che i traguardi per far diventare la tua azienda tra le migliori, a Treviso, sono maledettamente alti: questo perché ci sono un gran numero di imprese dai fatturati impressionanti.

La classifica parla molto chiaro; le tre aziende di Treviso con il fatturato più alto sono:

    1. Benetton Group: 1 miliardo 120 milioni
    2. De’ Longhi Appliances: 1 miliardo 43 milioni
    3. Geox: 627 milioni

(i dati fanno riferimento all’anno 2016 in quanto i dati 2017 non sono ancora del tutto disponibili)

Come vedi, non stiamo parlando di bruscolini.

E quando ho detto che la tua azienda può entrare a far parte di qual gruppo elitario, non stavo scherzando; sebbene sembrino cime insormontabili, si possono raggiungere.

Soprattutto se consideri che non è il fatturato enorme ciò che devi ottenere, per far sì che la tua azienda abbia rendimenti elevati.

Ciò che devi riuscire ad avere sono dei margini alti!

Anche se hai un fatturato che è un decimo rispetto a quello di queste aziende, ma i tuoi margini sono elevati, hai fatto bingo!

E non devi pensare che sia una cosa impossibile: anche scalare l’Everest può sembrare un’impresa impossibile, visti si suoi oltre 8.800 metri di altezza, ma con del duro allenamento in molti ci sono riusciti.

Per arrivare a fatturare quelle cifre serve tantissimo impegno, moltissimo duro lavoro, tanti sacrifici… ma non solo.

Ci vuole anche dell’altro!

Ti serve una strategia, un metodo, delle attività che messe in fila, una dopo l’altra, possono trasformare la tua azienda e portarla sull’Olimpo delle aziende della Marca Trevigiana.

Ma ciò che ti deve smuovere in questo momento non è tanto fare un fatturato come i loro, quanto più avere dei margini elevati che ti permettano una vita agiata, quella che hai sempre desiderato e meritato!

Vediamo subito allora cosa “rubare” da queste aziende top in Italia per far fare un gran salto di qualità anche alla tua piccola impresa e trasformarla in una macchina da soldi a ciclo continuo.

Cos’hanno in comune queste aziende che puoi far tuo, oltre al fatto di generare fatturati stellari?

O forse dovrei meglio dire: cosa ha reso queste aziende delle potenze incredibili a livello internazionale, fattore che poi, per mille motivi, è stato tralasciato?

In una parola: specializzazione.

Prima di parlarti della specializzazione, vediamo i fatti:

    • Benetton: nasce con la specializzazione nel fare abbigliamento rigorosamente made in Italy e dai toni vivaci, accesi, diversi rispetto alla moda del periodo.
    • De’ Longhi: nasce nel 1902 ma solo negli anni ’70 comincia la produzione di prodotti propri; è specializzata nella realizzazione di elettrodomestici per la casa.
    • Geox: nasce dall’idea di creare una “scarpa che respira”, quindi la specializzazione dell’azienda è in calzature realizzate con un sistema particolare rispetto a ciò che era presente sul mercato.

Come vedi, tutte e tre le aziende, sebbene nate e cresciute in periodi storici completamente diversi rispetto ad oggi, avevano una direzione precisa, ognuna la sua.

Parlo al passato perché, come probabilmente starai pensando anche tu (giustamente), ora le aziende hanno completamente perso la loro specializzazione iniziale.

Il caso più eclatante è sicuramente Geox, che da “azienda si scarpe” è passata ad “azienda di abbigliamento di vario tipo”, sicuramente non la sua specializzazione iniziale.

Ma questo è un problema che non ci interessa, in quanto, per ora, non siamo ancora a quel livello di sviluppo e di fatturato.

Quello che ci interessa è capire come hanno fatto a diventare ciò che sono ora.

Lo so, forse starai pensando che sono tutte aziende nate molti anni fa, quando ancora c’era la Lira, quando l’economia viaggiava in maniera completamente diversa, quando non c’era ancora internet, la tassazione era differente, etc. etc…

Tutto vero, non posso darti torto.

Ma (c’è sempre un diavolo di ma…) è anche vero che ragionando in questo modo non riusciremo mai a raggiungere quello che è lo scopo per cui abbiamo creato la nostra azienda: risollevare l’Italia dalle ceneri dove si trova ora per riportarla, tramite il fare impresa, nel posto dove merita, ovvero tra i migliori stati del mondo.

Quindi è vero che sono cambiate infinite cose da quei tempi, ma è anche vero che, anche in Italia, ci sono migliaia di aziende che ogni giorno macinano fatturati ed utili come se non ci fosse un domani!

Perché non ce la può fare anche la tua azienda?

Certo, sicuramente hai un caso particolare, hai delle condizioni diverse rispetto agli altri settori/aziende, ma ti posso garantire che anche la tua piccola impresa può trasformarsi in una bella azienda profittevole nel tempo.

Scusa l’excursus, ma dovevo mettere le mani avanti prima che pensassi che queste cose, nella tua situazione particolare, non si possano applicare.

Dicevamo… la specializzazione è ciò che ha reso le tre aziende sopra citate, le migliori di Treviso.

Ma cosa si intende per specializzazione e, soprattutto, quali sono i vantaggi di un processo di specializzazione?

Vediamolo subito.

Specializzazione: acquisire una determinata esperienza e capacità in un particolare settore/area.

Questo è, secondo la Treccani, ciò che vuol dire specializzazione.

Trasportato nel business e detto in soldoni, specializzarsi vuol dire scegliere un’area, un settore, un prodotto, un servizio, e dedicarsi solo a quello.

La differenza tra specializzazione nel marketing e specializzazione dell’azienda

Prima che ti vengano certi dubbi (che forse ti sono già venuti) faccio una premessa: specializzarti non vuol dire che da domani devi chiudere tre quarti dell’azienda per concentrarti, ad esempio, solo su un prodotto.

Questo perché in tal caso rischieresti di chiudere baracca e burattini dall’oggi al domani, e non mi sembra di certo il caso.

Innanzi tutto devi pensare a specializzare la tua comunicazione, il tuo marketing.

Far sì che le persone riconoscano che sei bravo (il migliore, si spera) a fare una cosa in particolare, anche se poi ne fai tante altre.

Se costruisci case, puoi focalizzare il tuo marketing sulla costruzione di abbinate, questo non vuol dire che se ti chiedono di costruire una villa, tu non lo faccia più (per lo meno inizialmente).

Se hai un negozio da parrucchiera, puoi focalizzare il tuo marketing sui trattamenti per la caduta dei capelli o per la cura dei capelli; questo non vuol dire che se una persona viene a farsi il colore, allora non la servi più (per lo meno all’inizio).

Se hai un ristorante, puoi focalizzare il tuo marketing su un particolare piatto (ad esempio gli hamburger); questo non vuol dire che se ti chiedono una cotoletta, non glie la fai più (per lo meno all’inizio).

Ho voluto mettere qualche esempio per farti notare che, soprattutto inizialmente, non puoi E NON DEVI stravolgere la tua azienda, ma probabilmente devi stravolgere il tuo marketing e la tua comunicazione.

Senza spiegarti i vantaggi di una specializzazione, però, potresti pensare che sono completamente fuori dal mondo e sto dicendo cose che non hanno senso, per cui vediamoli subito.

I vantaggi della specializzazione di un’azienda

Perché dunque dovresti pensare di specializzarti in un ambito specifico del tuo business?

#1: Diventare l’esperto e il punto di riferimento per quel particolare ambito

avere fatturati come le migliori aziende di treviso

Te lo spiego con un esempio banale ma sempre molto efficace.

Quando hai male al collo(esempio a caso) vai dal tuo medico di base, che ti prescrive una cura; se quella cura non funziona, cerchi uno specialista, una persona che sia specializzata nella cura di quel particolare problema, un esperto in quel settore.

Ecco, questa è esattamente la stessa cosa che accade nel business.

Se hai un ristorantino e, invece di voler far di tutto, ti specializzi magari solo sui piatti a base di pesce (altro esempio a caso), con il tempo (chiaramente se fai da mangiare bene) puoi diventare il punto di riferimento per mangiare il pesce buono nella tua città.

Piccolo inciso: non si diventa esperti, punti di riferimento, dall’oggi al domani; non è che se da domani ti specializzi nel pesce allora fra unasettimana sei il punto di riferimento. Come per tutte le cose, ci vuole tempo e lavoro!

Diventare un esperto vuol dire, in poche e semplici parole, far sì che tu sia il preferito rispetto ai tuoi concorrenti agli occhi dei tuoi clienti o possibili tali, il che significa aumentare incredibilmente i tuoi fatturati a scapito delle aziende che lavorano nel tuo stesso settore.

#2: Decidere il prezzo per il proprio prodotto/servizio

Riprendo l’esempio del medico di prima: se quel medico specialista, dove devi andare per risolvere il tuo problema al collo, ti fa un prezzo che è il doppio, il triplo, rispetto a qualsiasi altro medico, tu difficilmente non lo paghi o non ci vai, perché sai che se vuoi risolvere il tuo problema, lui è l’uomo giusto.

Nel business è esattamente la stessa cosa.

Se diventi l’esperto, il punto di riferimento, se specializzi la tua azienda in maniera perfetta, puoi fare il prezzo che decidi tu, e non quello che “ti impone il mercato”.

Prova a ragionare, perché sicuramente ti è capitato almeno una volta nella vita: se decidi di andare nel ristorante di pesce migliore della tua città, sai che non spenderai come nel ristorantino sotto casa; lo sai già e decidi di andarci lo stesso!

Specializzarsi quindi porta con se anche l’incredibile vantaggio di poter dettare i propri prezzi al mercato, e non viceversa; questo significa vedere i tuoi margini schizzare verso l’alto in quanto, conti alla mano, puoi decidere tu i tuoi guadagni su ciò che vendi, e non rischiare mai di vendere in perdita o, peggio ancora, a pareggio.

#3: Facilitare (e anzi, mettere sotto steroidi) il passaparola

Continuiamo con il nostro medico (ormai mi sta simpatico).

Se tu vai da lui per un problema, lui te lo risolve (dopo averlo pagato profumatamente) in maniera ottimale, dopo che magari avevi cercato altre soluzioni al tuo bisogno.

Sono pronto a mettere la mano sul fuoco che appena qualche tuo amico/conoscente/parente lamenta un problema simile al tuo, la prima cosa che fai è dirgli “ascolta me, vai da questo dottore qua, è un po’ caro ma ti risolve il problema al meglio!”.

Vero o no?

Questo è un altro, incredibile, vantaggio della specializzazione: il fatto che se sei specializzato (e ovviamente porti risultati) la gente è molto più propensa a parlare della tua azienda e della tua soluzione.

Ciò vuol dire che le tue possibilità di trovare costantemente nuovi clienti aumentano a dismisura, e soprattutto senza fare grossi investimenti in pubblicità!

#4: Ridurre i costi all’osso

ridurrei i costi azienda trevisoTorniamo al nostro amico medico: se è specializzato solo in problematiche al collo, vedrà ridurre anche i costi legati all’erogazione del suo servizio, in quanto:

    • non avrà bisogno di numerosi macchinari, se non quelli che riguardano i trattamenti del collo;
    • non avrà bisogno di frequentare una miriade di corsi di aggiornamento, se non quelli che riguardano le problematiche al collo;
    • non avrà bisogno di perdere tempo nel formare personale se non per quello che riguarda i trattamenti del collo.

Ok, come esempio forse non è il migliore, vediamone un altro che riguarda il business.

Ipotizziamo che tu abbia un ristorante e, dopo aver letto questo articolo, decidi di specializzarti nella preparazione di soli hamburger (perché magari sei universalmente riconosciuto da amici e conoscenti come fenomeno nella preparazione di hamburger, esempio casuale).

Il tuo ristorante quindi viene trasformato, nel tempo; vendi numerosi macchinari che non ti servono più (non ti servono più i fuochi per cucinare, perché fai tutto sulla piastra, non ti servono più i forni, non ti servono più i bollitori, non ti servono più gli abbattitori, etc.).

Già questa è una enorme riduzione dei costi.

Considera inoltre anche che, avendo meno macchinari, hai sicuramente ridotto drasticamente le spese di manutenzione di questi stessi macchinari.

Altra cosa: se ti specializzi in hamburger, abbatti le spese delle materie prime, in quanto non devi più tenere in frigo decine di ingredienti diversi (pasta, pesce, carne, condimenti, verdure, etc.) ma solo quelli che ti servono per fare gli hamburger, il che vuol dire anche ridurre drasticamente il rischio di dover buttar via materie prime.

Se ti specializzi in hamburger, formare il tuo personale sarà molto più facile e il rischio che commettano errori sarà drasticamente minore, con numerosi benefici sui conti della tua azienda.

Ancora, se ti specializzi e compri la carne per gli hamburger da un fornitore, puoi trattare condizioni particolari; prima di focalizzarti infatti compravi poche materie prime differenti da tanti fornitori, mentre ora compri una sola materia prima, in gran quantità da un solo fornitore, il che ti da una forza contrattuale completamente diversa.

Questo ti permette di abbassare enormemente i costi e quindi di vedere i tuoi utili schizzare verso l’alto.

Questi che abbiamo visto sono i 4 vantaggi fondamentali che derivano da una specializzazione ben fatta.

I vantaggi sono molti di più (come ad esempio la possibilità di espanderti geograficamente), con molte sfumature diverse in base al settore e al mercato in cui operi, ma queste 4 sono sicuramente quelle che valgono per tutti i business, tuo compreso.

Una volta capiti i motivi per cui anche nella tua piccola impresa dovresti specializzarti, ora non resta altro da fare che mettere in campo una strategia di specializzazione che:

    • non ti faccia chiudere dall’oggi al domani, in quanto hai fatto delle scelte troppo azzardate nel breve termine, pur di specializzarti;
    • ti faccia focalizzare sulla cosa giusta, ovvero su ciò che può portare la tua azienda a fare risultati eclatanti;
    • ti permetta di crescere a dismisura nel tempo, in quanto hai mosso le pedine giuste nel momento giusto.

Se continuassi anche con questi argomenti in quest’articolo, probabilmente andremo avanti all’infinito; scommetto che per leggere questo articolo hai già sottratto tempo ad altre cose importanti oggi, quindi mi fermo qui.

Parlerò di come sviluppare le migliori strategie di specializzazione nel prossimo articolo, all’incirca la prossima settimana.

Se non vuoi perdertelo, se ciò che hai letto oggi per te ha un senso e vuoi capire COME fare per specializzare la tua azienda nel modo giusto, evitando il rischio di dover chiudere dall’oggi al domani, lascia la tua email nell’apposito spazio qui sotto e riceverai la seconda parte di questo articolo direttamente nella tua casella mail.

Altrimenti puoi evitare di inserire la mail, ricordarti di tornare sul sito la settimana prossima e leggere la seconda parte; sai meglio di me però che fra 10 minuti avrai la testa sommersa da altre mille incombenze che riguardano il tuo business e quindi la prossima settimana non ti verrà mai in mente di tornare qui.

Quindi ti do un consiglio sincero, scrivi la tua mail e togliti un pensiero.

Non ti manderemo spam, non ti manderemo 200 email al giorno, a mala pena riusciamo a mandarne una a settimana, quindi stai sicuro che non intaseremo la tua casella di posta con cose inutili.

Una volta a settimana riceverai una “pillola di business” utile per far schizzare gli utili della tua azienda con strategie pratiche (e non teorie studiate sui libri di scuola); come detto, il nostro intento è quello di aiutare più imprenditori possibili a crescere, e non potremo farlo se non PORTANDO RISULTATI CONCRETI.

La nostra newsletter è un concentrato di strategie che portano risultati concreti, quindi scrivi qui sotto la tua mail se tieni veramente alla tua azienda e vuoi portarla dove merita di stare, nell’olimpo delle aziende italiane!

  • This field is for validation purposes and should be left unchanged.

Comments 1

  1. Questa azienda ideata da un giovane imprenditore (e dal suo socio) dimostra che il talento ed il sacrificio conducono a traguardi tanto inaspettati quanto sperati. La competenza e la professionalità che contraddistinguono il titolare sono sicuramente il miglior biglietto da visita della società, che – seppur neonata – risulta già un importante punto di riferimento nell’ambito dell’imprenditoria veneta. La disponibilità e l’intraprendenza del responsabile accompagnano i servizi proposti, offrendo un supporto completo che è raro nel settore.
    Complimenti a Utile Garantito. Decisamente consigliata!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.